blog

STEFANO CANTARINI: UN VIAGGIATORE OTTIMISTA

Pubblicato da Pugliabout

UN TRAVEL BLOGGER PUGLIESE SENZA CONFINI

 

Pugliabout è una giovanissima start up, nata soprattutto per la promozione di una terra un tempo dimenticata ma col tempo rivalorizzata.

Per noi, la promozione di un territorio parte proprio dal racconto delle persone e dei luoghi speciali che lo caratterizzano.

Oggi siamo arrivati a Lecce per raccontare la storia di Stefano Cantarini, un pugliese che ha deciso di dedicarsi alla sua più grande passione: il viaggio.

Abbiamo conosciuto Stefano quasi per caso (soprattutto perché grandi appassionati di viaggi) e si è subito dimostrato disponibile ad un incontro nella magnifica Piazza Sant’Oronzo, davanti ad un immancabile caffè in ghiaccio.

Stefano Cantarini è uno tra i più conosciuti travel blogger italiani; nonostante la sua attività di “narratore di viaggi” sia iniziata relativamente da poco (Novembre 2016), può già affermare di aver raggiunto un grandissimo numero di followers e di aver creato un canale youtube molto seguito.

I viaggi di gruppo che organizza diventano sold out in pochissimo tempo, merito soprattutto delle sue capacità di intrattenitore, del suo ottimismo irrefrenabile e della sua grandissima passione per i viaggi e per la scoperta.

Tutte capacità che non sono passate inosservate e che lo hanno condotto alla “corte” di Licia Colò, regina italiana del documentario televisivo ed ora padrona di casa de “Il mondo insieme” (TV 2000, canale 28): 5 puntate durante le quali Stefano ha potuto esporre i suoi video-racconti di località lontane e bellissime (Filippine, Hawaii, Nepal, Stati Uniti, Thailandia).

Ma l’obiettivo di questo salentino dall’ottimismo contagioso è quello di diventare, a tempo pieno, un vero e proprio documentarista di viaggio.

Un mestiere particolare, che necessita di sacrificio e grandissima propensione al cambiamento ed all’adattamento; per provare a vedere cosa vuol dire realizzare un documentario vero e proprio, Stefano si è spostato in Islanda, un Paese dove la natura è dura, incontrastata ma magnifica.

Partendo dall’idea di unire il mondo dei blog (con il quale lui è nato e grazie al quale ha avuto successo) e quello dei video fotografici, ha realizzato un documentario bello, coinvolgente e dalle immagini fantastiche, grazie all’aiuto del suo amico-collega Corrado Pezzella (un videomaker dalle qualità eccellenti).

Islanda- Il respiro della Terra (questo il titolo del loro lavoro) parte dalla narrazione di alcune storie di italiani che hanno deciso di spostarsi in un Paese tanto lontano e diverso.

Proprio la storia come prerogativa principale per la realizzazione di un documentario è la base dalla quale parte Stefano per ogni suo video; un “diktat” che segue scrupolosamente da quando ha conosciuto Ludovico De Maistre (produttore e documentarista, protagonista del “Kilimangiaro” con i suoi “Viaggi al Rallentatore”), iniziando a frequentare il mondo dell’eccellente Travel Film School (la prima scuola italiana che permette di avere le basi per iniziare una carriera da documentarista).

Questo ottimista e vulcanico trentenne salentino rincorre la sua passione con estrema caparbietà, consapevole che sarà un percorso tortuoso ma estremamente gratificante.

Noi di Pugliabout abbiamo deciso di raccontare la sua storia perché è la storia di un pugliese che ama la sua terra e che insegue il sogno di poter guardare il mondo con gli occhi, stupefatti, di un viaggiatore ottimista.

 

Se avete suggerimenti su storie e luoghi della Puglia, magari poco conosciuti ma comunque meritevoli di attenzione, scrivete a info@pugliabout.com

 

Se volete contattare Stefano Cantarini potete scrivere a info@stefanocantarini.it

oppure visitare il suo sito https://www.stefanocantarini.it

 

Se volete avere maggiori info sulla Travel Film School potete visitare la pagina 

https://travelfilmschool.com 





Articolo Precedente
domenica, settembre 2, 2018

IL TEMPIETTO DI SAN MISERINO (Sandonaci-Br)

Pubblicato da Pugliabout
Articolo Successivo
sabato, novembre 3, 2018

CARLO LAURORA: DIARIO DI VIAGGIO SULLE ORME DI MARCO POLO

Pubblicato da Pugliabout