blog

IL TEMPIETTO DI SAN MISERINO (Sandonaci-Br)

Pubblicato da Pugliabout

IL TEMPIETTO DI SAN MISERINO

In questo articolo, Pugliabout vi porta alla scoperta di un luogo di grandissima importanza storica,  situato tra i territori del nord Salento che delimitano i comuni di Mesagne e Sandonaci.

Il Tempietto di San Miserino sorge al confine con il Limitone dei Greci, un’area che si estende intorno a questi comuni e che un tempo rappresentava la linea di demarcazione territoriale tra due popolazioni opposte: Bizantini e Longobardi.

Quello che rimane di questo tempietto è una dimostrazione delle capacità artistiche e architettoniche delle popolazioni antiche, in grado di lasciare monumenti e opere di grandissimo valore storico lungo tutto il territorio pugliese.

La cosa che colpisce di questo monumento, purtroppo molto spesso dimenticato e non molto valorizzato, è il fatto che nasconda un’area immensa nel sottosuolo delle campagne che lo circondano; essendo un’antica villa romana, si pensa che ci possa essere un intero sito archeologico che si estende per molti chilometri quadrati.

In effetti, una volta giunti in prossimità del sito, il tempietto appare subito come un accesso verso qualcosa di stupefacente ma purtroppo nascosto; anche la posizione geografica lo fa pensare, perfettamente al centro dei territori del nord Salento che comprendono Mesagne, Oria e Sandonaci.

La struttura, di forma ottagonale, risale al IV – V Secolo dopo Cristo; al suo interno, segni di affreschi e stucchi ormai quasi totalmente consumati dal tempo ed una parte di mosaico con tessere nere e bianche sul pavimento.

Il Tempietto di San Miserino rappresenta un bene importante per tutte le comunità di questi territori, da valorizzare e salvaguardare; attraverso l’opera del FAI – Fondo Ambiente Italiano, nel 2016 questo luogo ha ricevuto un contributo per la sua riqualificazione.

Ma ancora c’è tanto da fare.

Nonostante il Tempietto necessiti di interventi straordinari per salvare quello che di bello è conservato in tutta la struttura, vale la pena venire a visitare questo luogo.

Verrete conquistati dal panorama pianeggiante dal quale è possibile scorgere Oria in lontananza e dal silenzio della campagna salentina.

Se volete segnalarci storie di luoghi speciali in Puglia, scriveteci a info@pugliabout.com

 

Visitate la nostra pagina e seguiteci sui nostri canali social

www.pugliabout.com





Articolo Precedente
mercoledì, agosto 22, 2018

Il Dolmen di Montalbano (Tavola dei Paladini)

Pubblicato da Pugliabout
Articolo Successivo
lunedì, settembre 17, 2018

STEFANO CANTARINI: UN VIAGGIATORE OTTIMISTA

Pubblicato da Pugliabout