blog

Vieste

Pubblicato da Pugliabout

Il Gargano è sicuramente una parte fondamentale della Puglia, in grado di conservare ancestrali tradizioni che si fondono con un paesaggio diversificato e quasi selvaggio.

Tanti sono i paesini caratteristici di questa zona collinare dalla si sviluppa il tacco d’Italia.

Tra tutte queste piccole realtà, però, una si eleva a regina del territorio per via della posizione geografica, della bellezza del mare e dei monumenti: stiamo parlando di Vieste.

Vieste è una realtà di circa quattordici mila abitanti ed situata all’interno del Parco del Gargano.

Conosciutissima a livello turistico per via dei suoi paesaggi, delle sue stradine caratteristiche che si intrecciano tra di loro e per un mare cristallino più volte premiato con la Bandiera Blu.

E’ il paesino che si affaccia più a est all’interno del promontorio del Gargano ed è incluso tra due “punte” che ne delimitano i confini: Punta di San Francesco e Punta di Santa Croce.

La prima costituisce la parte antica, con tutta una serie di abitazioni e dimore storiche che si sono conservate nel tempo; la seconda, invece, sorge più in basso ed è sede della moderna vita sociale della cittadina grazie alla presenza del municipio e del porto turistico (dal quale partono i traghetti per le meravigliose Isole Tremiti).

Vieste consente di godere di un patrimonio storico e paesaggistico senza eguali: dall’imponente castello alla Concattedrale di Santa Maria Assunta, dalla necropoli La Salata al Santuario di Santa Maria di Merino, dalla Foresta Umbra alle splendide grotte scavate nella roccia.

Naturalmente, poi, un discorso a parte è da riservare alla Spiaggia del Castello ed a quel monolite che si erige come guardiano dei mari: il monolite di Pizzomunno.

Questa grossa pietra calcarea prende il nome da una leggenda che ha come protagonisti due giovani del luogo ed il loro amore, Pizzomunno e Cristalda, divisi per via della bellezza e della gelosia.

Un racconto antico che rafforza ancor di più l’importanza delle tradizioni in un paesino diventato simbolo della parte di Puglia più a nord.





Articolo Precedente
sabato, maggio 26, 2018

Grotte di Castellana

Pubblicato da Pugliabout
Articolo Successivo
sabato, maggio 26, 2018

Otranto

Pubblicato da Pugliabout